Cosa sono le criptomonete e come investire in criptovalute

Le criptovalute, dette anche criptomonete, sono delle valute digitali che vengono utilizzate molto sul web, basate su principi crittografici per l’autogenerazione e la convalida delle transazioni.

Queste valute virtuali da qualche anno si stanno dilungo sempre di più, perché sono indipendenti dalle banche ma soprattutto per un’altra caratteristica importante: queste “monete” possono essere scambiate come se fossero delle vere e proprie valute fisiche come euro o dollaro.

Quelle disponibili al giorno d’oggi sono molte, le più utilizzate sono 5:

  • Bitcoin;
  • Ethereum;
  • Ripple;
  • Bitcoin Cash;
  • Monero.

Gran parte di queste criptomonete vengono considerate dei progetti in via di sviluppo, infatti, anche se fra queste il bitcoin può sembrare la più conosciuta nonché una certezza tra le criptovalute, è pur sempre un progetto in via di sviluppo che si sta ampliando ogni giorno che passa.

Ed essendo un open source, sono molti gli sviluppatori che hanno la possibilità di contribuire e che già contribuiscono a questo progetto. Sul sito bitcoin.org è possibile trovare una documentazione accurata per tutti quegli sviluppatori che sono interessati a contribuire al progetto in maniera completa.

Dopo aver parlato di bitcoin però, vogliamo illustrarvi anche la differenza che c’è con un’altra criptovaluta che è considerata il suo “alter ego” più grande, la criptovaluta Ethereum.

Le differenze fra queste due valute possiamo classifiche in:

    1. Capitalizzazione di mercato: i Bitcoin raggiungono 40 mlrd2 di dollari mentre la criptovaluta Ethereum precisamente la metà;
    2. Disponibilità della moneta: il Bitcoin ha una disponibilità limitata di 21 milioni mentre la criptovaluta Ethereum ha disponibilità illimitata per cui, inflazionaria;
    3. Data di lancio: la data di lancio sul mercato del Bitcoin, per la prima volta, avvenne nel 2009 mentre Ethereum nel 2015;
    4. Utilizzo: il Bitcoin viene usato solo ed esclusivamente come valuta mentre l’Ethereum per ora è considerato solo un esempio facente parte di una vasta rete di applicazioni;
    5. Quantità in circolazione: la quantità di Bitcoin in circolazione al momento è di quasi 17 milioni mentre per quel che riguarda l’Ethereum, parliamo di circa 93 milioni di unità.

Dette le principali differenze fra una valuta e l’altra, ora sta a voi scegliere quale delle due farà più al caso vostro.

About the author

criptom3t5u7io

View all posts