criptovalute

Guadagnare criptovalute utilizzando il Social Network Yours.org

Guadagnare criptovalute: Social Network Yours.org
Il Social Network Yours.org, consente agli iscritti che contribuiscono con i loro post a rendere grande il network, di guadagnare denaro in Bitcoin.

“Per questa iniziativa il social ha stanziato 1,5 milioni di dollari”.

I finanziamenti sono stati avanzati dai minatori di Bitmain e Nchain, e aiuteranno una iniziativa che educherà le persone a capire cos’è la criptovaluta e ad usarla nella loro vita quotidiana.

Bitmain investe parte dei suoi profitti nella divulgazione di massa delle criptovalute

Chi ha acquistato una criptovaluta, ricorderà quel momento come qualcosa che ha dato una svolta alla sua capacità di ripensare l’ecosistema di internet e come questa valuta poteva cambiare radicalmente la vita di tutti noi.
Quello è stato un passo che forse è stato mosso nel dark web, e ricordiamo quella sensazione di sperimentare il denaro digitale P2P come qualcosa di emozionante e indescrivibile.
Se molti lo hanno capito da soli, oggi c’è bisogno di divulgare le criptovalute anche a chi non ha capito di cosa si tratta o per contrastare i media tradizionali come la televisione che divulga false notizie.

“I social sono il mezzo più semplice per divulgare le corrette informazioni, e il modo migliore è facendo utilizzare agli utenti che vi partecipano, le criptovalute come ricompensa per le attività all’interno dei social.”

Una ricompensa in criptovalute per un’attività che oggi non è remunerativa

Chiunque può iniziare a guadagnare denaro con qualcosa che oggi fanno tutti i giorni. In questo contesto i social media possono anche migliorare la qualità dei contenuti su Internet.

critpovalute criptomonete

Investire nelle criptomonete: la scelta delle criptovalute

Investire in Criptomonete: quali sono le criptovalute da scegliere?

La prima domanda che ci si potrà porre è se effettivamente investendo in criptomonete si ottengono dei guadagni ottimi e sicuri.
E’ importante sapere prima di tutto che il meccanismo della creazione di gran parte delle criptovalute è identico ed allo stesso tempo anche i potenziali rischi sono gli stessi. Di criptovalute oramai ad oggi ce ne sono diverse centinaia in circolazione, ma solo poche hanno riscontrato successo come, ad esempio, Ripple, Ethereum, Litecoin.

Ci sono diverse possibilità per ottenere dei guadagni con le criptovalute, ma solo alcune possono essere praticate da tutti. Generalmente per guadagnare con le criptovalute sarà necessario comprarle, possederle, ma se si sceglie, ad esempio, di investire tramite il Trading CFD, non è necessario comprarle.

Guadagnare con le criptovalute con il Trading

Se si decide di investire su una criptovaluta tramite Trading, un modo per capire se è il caso o meno di farlo è seguire i grafici, essere in costante aggiornamento sull’andamento del Mercato Finanziario. Sarà bene esaminare le quotazioni di ogni criptovaluta dove, in particolar modo negli ultimi tempi, si è potuto vedere un forte incremento dei loro valori, e stiamo parlando, ad esempio, dei Bitcoin, Ethereum, Litecoin e Ripple.
Più le criptovalute vengono riconosciute e si diffondono, e più di conseguenza aumenta il loro valore.

Questo sta a significare che c’è anche un accrescimento di chi lo accetta come strumento di pagamento.

Un aspetto da non trascurare è che le criptovalute sono altamente volatili, e per un Trader la volatilità è il propulsore dei Mercati Finanziari.

In particolare proprio per questo il Mercato delle criptovalute ha richiamato l’attenzione da parte di molti Trader. Si tratta di un Mercato molto dinamico e, quindi, molti hanno visto la possibilità di ottenere dei guadagni con le criptomonete anche in tempi molto brevi. Bisogna tenere in considerazione che la volatilità potrebbe anche causare dei rischi, quindi, si consiglia di seguire delle regole che aiutino ad operare sulle piattaforme di Trading con lo scopo di mettere in atto delle strategie che contengano le perdite, aiutandosi anche con l’analisi tecnica ed i pattern grafici. Più le valute digitali sono nuove al Mercato Finanziario e più sono instabili.

Criptovalute: investire nelle criptomonete con il Trading CFD?

Una volta che si è decisi di investire sulle criptovalute lo si può fare tramite Trading CFD, ossia, con i Contract for Difference, dove non ci sarà la necessità di comprarle. I CFD sono strumenti il cui prezzo è condizionato dall’andamento di un altro asset che viene definito sottostante, dunque, se il prezzo del sottostante aumenta allora anche il prezzo del CFD subirà un aumento, e all’opposto se il prezzo del sottostante scende, allora anche il prezzo del CFD subirà una diminuzione. Il rapporto, perciò, tra Contract for Difference e asset di riferimento è diretto, equilibrato.
La prima cosa che si dovrà fare sarà quella di cercare Broker che dovranno essere certificati e regolamentati, e che soprattutto diano la possibilità di investire su questi asset, e con la condizione di poter utilizzare i servizi specifici adeguati ad investire con i CFD.

Sarà bene che il Broker Criptovalute dia anche l’opportunità, oltre quella di aprire un Conto Reale, anche quella di poter utilizzare a proprio vantaggio un Conto Demo, in maniera totalmente gratuita, perché in questo modo sarà possibile mettere in pratica le proprie conoscenze, i propri studi teorici, e questo riguarda in particolare i Trader principianti; ma è indicato anche a Trader professionisti che hanno così l’occasione di prendere confidenza con la piattaforma, tutto questo riuscendo a conservare il capitale intatto perché si utilizzano solamente soldi virtuali. L’utilizzo di un Conto Demo mette in condizione di poter investire come se si avesse a che fare effettivamente con un Conto Reale, quindi, è possibile anche prendere visione delle quotazioni e dei grafici in tempo reale.
Per chi ha deciso di prendere in maniera seria questa forma di investimento, si consiglia di tenere in considerazione sia le variazioni delle quotazioni delle criptovalute e sia la loro volatilità.

Guadagnare con le criptovalute con ICO

criptovalute
criptovalute

ICO sta per Initial Currency Offer, e si tratta di una buona opzione per provare ad ottenere dei profitti con le criptovalute. In specifico si parla della creazione di una nuova valuta digitale, più esattamente si fa riferimento alla fase prima del lancio ufficiale, nel momento della suo sviluppo, quando è ancora possibile apporre dei miglioramenti grazie alle offerte rilasciate, che solitamente hanno un valore più basso rispetto a quello deciso originariamente. In questo modo gli ideatori della criptovaluta hanno modo di raccogliere soldi che potranno poi investire nello sviluppo della nuova valuta digitale. Molti investitori, quindi, partecipando in questa fase, propriamente denominata Initial Currency Offer, riescono ad ottenere dei guadagni. Allo stesso tempo questo metodo presenta anche molti rischi, ad esempio, si potrebbe incorrere in truffe.

Rimane, comunque, una forma di investimento molto semplice da mettere in atto, quindi, è accessibile a chiunque possegga del denaro da investire.

Guadagnare con le criptovalute con il Mining

Il Mining rappresenta il modo più classico per guadagnare con le criptovalute. E’ un metodo che consente di creare nuove valute digitali come, ad esempio, i Bitcoin. Inizialmente era un sistema molto semplice da mettere in atto, perché era praticato da poche persone, e si poteva fare comodamente da casa.
Ad oggi, invece, per produrre criptovalute sono necessari potenti strumenti di calcolo pensati proprio per svolgere questo tipo di funzioni.
Chi decide di fare Mining, decide allo stesso tempo di fare parte della Blockchain, quindi, entra nel sistema della criptovaluta.

I Miner mettono a disposizione della rete la propria potenza computazionale, lasciando la CPU e/o la GPU ad eseguire i calcoli che dipenderanno dalla criptovaluta che si avrà scelto di produrre. Ci sono diverse centinaia di criptovalute, dove ognuna ha il proprio sistema basato sempre sulla Blockchain. I Miner effettuano tra di loro una sorta di competizione dove chi metterà a disposizione una maggiore potenza di calcolo, riuscirà con molta più probabilità a chiudere per primo il blocco di transazioni e, quindi, a ricevere il compenso in forma di criptovaluta. In linea generale questo è il processo che viene messo in atto per produrre nuove valute digitali, ma per ogni criptovaluta si potrebbe differenziare per alcune caratteristiche. Chi ha più potenza computazionale avrà più probabilità di guadagnare più degli altri, quindi, per essere il migliore sarà bene munirsi degli strumenti giusti.

C’è anche la possibilità di poter far parte delle Pool Mining, ovvero, si tratta di fare Mining insieme ad un gruppo di persone che condividono le proprie risorse hardware e che provvedono, dunque, al Mining. Per fare ciò ci sarà bisogno di installare un software, dopodiché si dovrà creare il login, per condividere poi il proprio hardware per fare Mining. Sia la produzione che i ricavi dipendono da diversi fattori come, ad esempio, le spese per la gestione. Si possono trovare Pool che sono già state create e che danno la possibilità o meno di fare iscrivere nuovi utenti attraverso i loro siti ufficiali; oppure possono anche essere creati da zero.

Dunque guadagnare con le criptovalute è possibile, ma allo stesso tempo c’è anche la possibilità di poter perdere tutto il proprio capitale.

Cosa sono le Criptovalute

Cosa sono le criptovalute?  Sono state un inatteso strumento di scambio che è basato sia sulla decentralizzazione e sia sul Proof of Work, ossia, si tratta un protocollo che permette di generare nuovi token in un sistema distribuito e decentralizzato, ed è collegato con l’attività del minare nuovi blocchi.
Le criptovalute si possono utilizzare proprio come le valute tradizionali, ossia, è possibile comprare sia beni che servizi. Le valute digitali sono state realizzare con il fine di scambiare informazioni digitali tramite un processo che si basa sul concetto della crittografia.

Il Bitcoin è stata la prima criptovaluta ad essere stata ideata da Satoshi Nakamoto nel 2009.

E’ stato programmato si da subito il limite massimo di estrazione totale, ossia, 21 milioni di Bitcoin, dopodiché raggiunta questa soglia il processo si interromperà automaticamente.
Dopo i Bitcoin di criptovalute, o anche dette Alcoin, ne sono state create a centinaia come, ad esempio, Litecoin, Ethereum, Ripple. Ethereum in particolare è stata creata per produrre e gestire contratti intelligenti, i cosiddetti Smart Contract, con il sistema Peer to Peer, realizzati in un linguaggio di programmazione Turing completo. Rispetto ai Bitcoin si trova al secondo posto in termini di valore in Dollari e volume di transazioni.

Conclusioni

In generale il meccanismo delle criptovalute, è simile a quello del Bitcoin, differenziandosi soltanto in alcuni aspetti. Le criptovalute sono, quindi, incentrate su un sistema sicuro che si basa su registri distribuiti, ossia, la Blockchain che è un sistema che si regola sulla distribuzione di dati in una vasta rete organizzata da Miner che hanno deciso di farne parte.

Questo registro digitale è importante perché tutte i dati che riguardano le transazioni vengono racchiuse in blocchi e registrate su di esso, quindi, al suo interno è presente lo storico di tutte le transazioni che si sono effettuate. Sono registri che necessitano di essere aggiornati in maniera continua e costante. Si tratta di un sistema decentralizzato, quindi, non c’è nessun organismo centrale che si occupa della produzione e della emissione delle valute digitali, ma ci sono molti nodi della rete, disseminati in tutto il resto del mondo, che sviluppano dati; in più questo sistema garantisce l’anonimato degli utenti che effettuano le transazioni.

Bitcoin cash

Rialzo continuo del Bitcoin sul Bitcoin cash

Il valore del Bitcoin continua il suo cammino in salita anche nei confronti del Bitcoin Cash, sul Bitfinex il valore del Bitcoin si ferma a 6.892,00 dollari.
In questo weekend il valore del Bitcoin ha subito un crollo del 31% dal picco massimo fatto registrare il 7 novembre a quota 7.910 dollari prima di riuscire a recuperare parte delle perdite lunedì.

Il valore del Bitcoin Cash si ferma a 1.282,4 dollari con un salto in avanti del 2,1% intraday.

Ai valori attuali il Bitcoin Cash risulta avere una capitalizzazione di mercato che raggiunge i 22 miliardi di dollari e questo la rende la terza delle criptomonete per valutazione.

Il Bitcoin è una delle criptomonete più famose. Questo è dovuto alle sue grosse oscillazioni ma tende a recuperare in fretta i crolli che subisce infatti nonostante il calo vertiginoso è riuscito a schizzare di oltre il 500% fino ad ora e a tutt’oggi ha una capitalizzazione di mercato totale pari a 120 miliardi di dollari.
Per quanto riguarda l’Ethereum che risulta essere la seconda principale criptovaluta per capitalizzazione di mercato, il suo valore scende dello 0,15% raggiungendo quota 335,80 dollari.